CHIANCIANO: TERME PER NUDISTI?

Scritto da 
Vota questo articolo
(5 Voti)

CHIANCIANO: TERME PER NUDISTI?

disegno di Gaia Mascagna

Dopo un quasi infinito tira e molla:
andiamo-non andiamo, sì andiamo;
certo che, però il tempo!!!!
Ok, c
ontrollo il tempo!! Piove? No, non piove!!
O
ddio.... il terremotoooo (già, alla fine, ci si è messa anche la natura);
decidiamo, comunque, di prenotare e partire alla volta di Chianciano Terme.
Come al solito, per quanto riguarda l'organizzazione, delego ogni cosa a Stella che, da brava tutor, predispone tutto per la partenza.
Io, dalla mia, ho aggiunto una variabile, anzi tre, alla mia equazione di viaggio:
Andrea, Claudia e il piccolo (ma non per la chiacchiera :D), Luca.
Con Andrea, siamo recentemente diventati amici e, oltre alla corsa, che ci vede impegnati, pensate voi, ben UNA volta alla settimana per ... tenetevi forte..... 45eeeeee minuti (ovviamente con recupero), ho pensato bene di coinvolgerlo anche in questa piccola avventura natalizia, alla volta del villaggio di Babbo Natale.
Credo che sia stata anche la scarsa ossigenazione del cervello a farci pensare che, questa, sarebbe stata una buona idea!!!!
Su, via, scherzo, ovviamente, anche perchè i bambini si sono davvero divertiti e, con loro, anche noi.
Ma, abbiate pazienza, vi racconterò tutto!
Stella ha trovato l'hotel "Admiral Palace", con tanto di spa, che offriva davvero tanti servizi compresi nel prezzo (bagno termale, doccia solare, piscina...), le camere non sembravano niente male e così io, da buon finto interessato, e dopo aver interpellato anche Claudia ed Andrea per conoscere il loro parere, ho detto di prenotare. Insomma, tutti abbiamo avallato la scelta.
Bene!! Perfetto:
camere prenotate, meteo controllato a momenti alterni (in pratica Stella me lo chiedeva ogni 5 minuti!!!Piove, non piove, nuvoloso, 1°-9°..),biglietti del villaggio di Babbo Natale presi su Groupon (Che occasione ghiotta ragazzi, come non approfittarne???), bagagli "pronti"!!!
Si parte:
appuntamento alle 9:30!
Ci alziamo, ci laviamo, ci sbarbiamo:"Stellaaaa, dove hai messo il rasoio? Lo sai che devi usare il tuo cammina!!!" ...

ahahahah

Tutti pronti sulla "carozza", accendo i cavalli e si parte.
Siamo precisi e ci troviamo da Andrea all'ora stabilitaCitofono e ci viene incontro il piccolo Luca, mezzo assonnato, ma già arzillo, i ragazzi si salutano, Gaia da un cinque ad Andrea, abbracci, baci e via..... tutti in macchina.
Chiedo ad Andrea di dirigere il viaggio visto che, per necessità lavorative, si trova spesso su strada!!!Eh, sì, mestiere "duro" quello di Andrea ... Maliziosi, ma che avete capito!!! Viaggia con la macchina per lavoro :D.
Così mi "rilasso", non impazzendo dietro il navigatore, che, più di una volta, mi ha tirato brutti scherzi!
Il viaggio di andata scorre tranquillamente, tra una canzoncina e l'altra e qualche pisolino (si`, mi capita di farne quando sono alla guida :D) e arriviamo a destinazione.
Appena entrati a Chianciano, noto che, oltre a qualche migliaio di alberghi, residence, terme, balere, discoteche etc etc., esistono anche un paio di appartamenti!!
Come ben confidavo, Andrea ci porta dritti dritti all'albergo che, a prima vista, mi fa davvero una bella impressione:
grande cancellata di entrata, viale di sampietrini e una grande "piazza" che porta al garage, dove ci dirigiamo e parcheggiamo.
Scendiamo dalla macchina e andiamo alla hall per il check-in, dove un ragazzo distinto ci accoglie in modo gentile ed educato, chiedendoci i documenti per la registrazione delle camere. Camere, naturalmente, prese a mio nome, dato che mi sono occupato di tutto io!!! (Come no, mi sono preoccupato solo di dare il numero della carta :p).
Questo, seppur poco, pero`, mi ha permesso di tenere sotto "scacco" Andrea che, da persona DAVVERO precisa (non è ironico, credetemi), non ne poteva la vita del suo, "debito" (muuuuahahahahah ghigno soddisfatto). Già prima della partenza mi chiedeva di fare i conti e io:"Ma noooo!!!!Non ti preoccupare dai, ci mancherebbe (muuuuahahahahah ghigno soddisfatto)".
Arrivati lì, me lo ripropone, ed io:
-"Dai saldo io, poi alla fine facciamo i conti (muuuuahahahahah ghigno soddisfatto)!!!".
E così è stato: l'ho avuto in pugno per ben due giorni. Ahahahahaha.
Ok chiavi prese ... mmm non proprio!!!Una chiave presa, la mia, mentre la sua, no. La camera era ancora da preparare e, quindi, optiamo per partire subito alla volta del "Villaggio di Babbo Natale".
P.S.:Ahhhhhh, ho preso io anche i biglietti del villaggio. Per tuttiiii !!! Sono davvero demoniaco :D:D:D

Inizia l'avventura...



Da buone donnine, le "ragazze" restano indietro e cecciolano (chiacchierano),cecciolano, cecciolano..... va a capire di cosa!!Non lo voglio neanche sapere.
Noi, invece, da ottimi atleti e abituati a ritmi davvero sostenuti,siamo sempre in testa e tra parole, fiatone, ancora fiatone e di nuovo fiatone, qualche pargolo "salvato" da cacche, macchine e funghi velenosi incontrati durante il tragitto, riusciamo ad arrivare all'ingresso del villaggio.
Ci "accolgono" due elfe ... piccanti, insomma due elfe gnocche (Peccato fossero di cartone!!!! Ma, che volete, per uno cresciuto con Postal Market, anche il cartone fa il suo effetto!!!!).
Arriviamo alla biglietteria e, vista la scarsa fila, (ci sara` un motivo se non c'e` nessuno?), convertiamo i biglietti in un attimo e subito Andrea mi ricorda che dobbiamo fare i contiIo, prontamente:"Non ti preoccupareeee (muuuuahahahahah ghigno soddisfatto)!!".
Ci dirigiamo all'entrata e questa volta ci accoglie un'elfa....solo elfa, che regala dei palloncini ai ragazzi:
una spada per
Leonardo e Luca, e un cagnolino, che abbiamo battezzato Salsiccia, per Gaia.



Entriamo dentro ad una prima struttura, dove troviamo un trucca bimbi: Luca opta per il trucco da Iron man, Leonardo da Spiderman e Gaia...e Gaia "te mozzica" se provi a truccarla!!!! Che scherzi???
L'opera prosegue per qualche minuto



e, una volta completata, ci addentriamo in una stanza che ripropone una sorta di piccolo villaggio con al centro un pozzo dei desideri, dove cominciamo a gettare monetine:



I ragazzi con le spade si danno battaglia, balzando da una casa all'altra, nascondendosi dietro le finestre, con agguati degni di una guerriglia urbana.

 

 Gaia pensa bene di prendere a cuscinate un elfo, per poi"accanirsi" contro un' elfa che, scopriremo, avere il suo stesso nome ....
Che bambina adorabile!!!



Dopo un po', visto che gli animi si stavano surriscaldando, le ragazze hanno pensato di mettere a bada i piccoli visitatori con una baby dance. "Oh, meno male, cosi` mi metto seduto e faccio qualche scatto tranquillo!" E così è stato, fino a quando, ai papà presenti, è stata avanzata la richiesta di ballare per i loro bimbi.
Non lo so perchè, ma, pur sapendo di essere una frana totale, non ho esitato un attimo. Anche per questo mi piace viaggiare: per il fatto che nessuno ti conosce e nessuno si ricorderà di quello che hai fatto!!!
Andrea, invece, non sembra essere della stessa opinione, e subito mi fa notare:
"Domè, ma ci siamo venuti a Chianciano per fare questa figura di m...???"Ahahahah!!! Pure lui non ha tutti i torti.
Ormai siamo in ballo e, da buone "marionette", balliamo:



Facciamo la nostra porca figura, (porca nel senso di scarsissima performance).Ma, come ben sapete, diamo il massimo, solo nelle prestazioni sportive di un certo livello. Non possiamo saper mica fare tuttoNo, Andrè? Concorderebbe con me, ve lo assicuro.
Credevo che l'apice della figuraccia lo avremmo raggiunto noi, ma mi sbagliavo.
Infatti,
poi, è stata la volta delle mamme.E li` mi sono detto:
"A
bbiamo perso in partenza!!!" Claudia non lo so, ma Stella è abbastanza coordinata, non avrò mai materiale adatto ad un "ricatto"!
E invece no, mi sbagliavo ancora. Le mammine partono spavalde con quel sorriso, come a dire : "Peggio di voi, è impossibile!!!!"
E
devo ammettere che, se non fosse per il fatto che, ad un certo punto, abbiamo visto letteralmente volare il telefono di Stella dalla tasca del cappottoe schiantarsi al suolo, lasciando batteria e copribatteria da una parte e telefono dall'altra, poteva anche essere cosi!! :D
La cosa che non mi sarei mai aspettato è stata la disinvoltura di Stella nel raccoglierlo, rimetterlo in tasca e continuare a ballare, ovviamente mentre a Claudia prendeva una sorta di paresi facciale per lo sforzo nel ridere :D


(sotto abbiamo anche il video :D )

Meno male, le due figure di cacca si bilanciano: di una abbiamo la testimonianza fotografica, dell'altra quella video. Sì, perchè Andrea, tutto contento continuava a ripetere "Ah Dome`, ho fatto il video!!!".Ora siamo pari, e, in quanto a sfottò, possiamo stare tranquilli per il resto della giornata!
Dunque, fatti i balli di rito, lasciamo il piccolo "villaggio" in legno e usciamo all'aperto!
Diamo una prima occhiata:
piccola pista con trenino per bambini;
"fabbrica" di giocattoli con nastro che scorre;
tappeti elastici n° tre e qualche bancarella.
Seconda occhiata:
su ogni gioco è riportato un bel cartello, con esposti i prezzi, quindi capiamo che,quei pochi giochi presenti, sono pure a pagamento. E che pagamento!!! Il trenino costa 2 euro per un giro, 5 euro per 4 giri, e, visto che i ragazzi sono tre,decidiamo di fare l'affarone: 4 biglietti a 5 euro!!! Tutti in "carrozzaaaaaa"!!!! Si parte!!



Poi è la volta del tappeto elastico: 5 minuti col contagoccea 4 euro ,e tanto di sirena segnala il tempo che passa.
Li ho pagati ... mmm.No, li ha pagati Andrea, che cerca in ogni modo di "recuperare" terreno. Accidenti, non sono riuscito a fermarlo!!! Devo essere più attento (muuuuahahahahah ghigno malefico)!!!
Prezzo a parte, ho avuto qualche spunto per delle foto decenti.



Mentre faccio le foto, Andrea mi tira fuori dal cilindro una vespa.


Dopo questo tuffo nel passato, è la volta del pranzo.
C
i accomodiamo nella tenuta termale e consumiamo i nostri panini, guardando i ragazzi che non fanno in tempo ad assumere quelle tre calorie, che già le bruciano in corse, rincorse, spadate e altri giochi.
Dopo varie discussioni sull'alimentazione, sui comportamenti corretti, e tutto il resto, ci dirigiamo alla volta del presepe.
Direi che un presepe così approssimativo non lo avevo mai visto: pure i "tatocci" (pupazzi del presepe),si vergognavano a farne parte e, se avessere potuto, avrebbero gridato :"Aiuto, portami via!!!Mi vergogno di me stesso!!!" Cavolo, ma se e` cosi`, non lo fare per niente e ci fai piu` bella figura!
E va bene, va!! Vorra` dire che la stanza dei giochi con gli elfi sarà meglio.Dai, dai, andiamo avanti.
P
assando per piccoli corridoi, piccoli lettini, piccoli vestitini, tutto piccolo insomma, arriviamo ad una cella per i bambini cattivi!!

  

Una cella, per i bambini!?! Ci metterei chi ha fatto il presepe per poi buttare la chiave. Dopo aver lasciato un po' i nostri bimbi in gattabuia, andiamo dagli elfi e reclamiamo ... un foglio e dei colori.
Q
uesto era il materiale a disposizione e come recitava il cartello, si poteva fare una sola attivita`.



Ma poi mi domando, ma che cavolo fanno tutti quegli "elfi" dietro al bancone??



Boh, avranno freddo e staranno vicini per scaldarsi.
Stanza dei giochi: scarsa!
I ragazzi, nonostante il poco materiale, ma con tanta fantasia, riescono, comunque, a tirar fuori dei piccoli capolavori, ognuno per il tema che preferisce.



E’ la volta di Babbo Natale!!
T
i prego fa che non sia ubriaco, fa che non sia ubriaco!!!
A
ndiamo a trovarlo tutti insieme. Devo ammettere che è stato simpatico, ha saputo tenere gioco e si è prestato alle foto di rito. Dopo aver chiesto ai bimbi cosa volessero per Natale e aver dato loro una caramella e una letterina in bianco da compilare , siamo usciti per la stesura del "verbale" di Natale.
I giovani si sono divertiti a scrivere le loro richieste e ad imbucarle nella cassetta.



Una foto ricordo con babbo me la sono "fregata", lo ammetto.E che cavolo, non possiamo pagare tutto tutto!!!



Usciamo e ci facciamo un giro per le bancarelle e, mentre Gaia mi convince a prenderle un braccialetto (lo ammetto mi faccio pregare, ma le comprerei la luna se potessi :P),



Andrea racconta che Claudia, chiedento il prezzo di una tovaglia, alla risposta del commerciante, si sia rivolta a lui chiedendogli:"Perchè tanto così?"
E il commerciante incredulo gli abbia risposto: " ... che significa perchè???"
Concordo con Claudia, costava tutto troppo!!! Bancarelle insufficienti.
E' la volta dello spettacolo teatrale. Andrea ha la brillantissima idea di "scappare" a prendere la macchina, per poi tornare a riprendere tutti.Cosi`, almeno noi, ci salviamo e, grazie agli elfi all'ingresso, ho fatto un tuffo nel passato. Sapete come?
Col timbro per rientrare, che mi ha ricordato quando, da ragazzo, andavo a ballare in discoteca!!!
Oddio mi viene da piangere :'D.
Quindi, in sostanza (timbro a parte), posso dire che non me la sentirei davvero di consigliare ad un amico di andarci.Magari a qualcuno che mi sta un pò sulle ... scatole, (visto il periodo Natalizio), si!
Ricordate che avevo accennato al fatto della spa, del bagno, delle docce e tutto il resto? Bene, ne` io, ne` Andrea, ne` Claudia e Stella, ci siamo ricordati di portare ... i costumi!!!
Per un pò, a me ed Andrea, ci balena in testa l'idea di andare (visto anche il periodo economico che attraversiamo).....in mutande!!!Va bene che qui non ci conosce nessuno, vada per il balletto dei papa`, ma il bagno in mutande!!!! Eh, si`, stabiliamo che, forse, e` un po` troppo!!!!
Cosi`, torniamo tutti in camera per prepararci ed andare a cena a Pienza. Per la scelta del posto, seguiamo i consigli di Andrea che, da buon uomo di "strada", se ne intende sicuramente più di me, che in termini "viaggiatori" sono molto più sedentario.
Tutti belli e profumati ci avviamo alle macchine e il piccolo Luca viene con noi, insieme a Gaia e Leonardo.
Ora, che Luca fosse un "chiacchierone", me ne ero accorto subito, ma, in 20 minuti (tanto è durato il viaggio), me ne sono fatto una certezza. Ammetto che la cosa divertiva sia me, che Stella e cosi`, aiutati da Gaia e Leonardo, lo abbiamo aizzato per bene. In quel tragitto abbiamo parlato di squali, vichinghi, indiani che pescavanao squali con le frecce, di cervelli, budella, sangue, di zombi, di scuola calcio, di una mamma che, a suo avviso, lo ha cresciuto a biberon e alcool... insomma di tutto quello che può passare nella testa di un bambino di 6-7-8 anni :D.
Durante il tragitto i ragazzi si sono "mpallottati" tra loro, hanno giocato, insomma e, nel farlo, ad un certopunto, con Stella, abbiamo sentito che bisbigliavano e poi uno schiocco come di...... un bacio!!!

F
ermi tutti!!!!

D
a buon padre, non affatto geloso geloso della sua meravigliosa bimba, mi sono proposto di far scendere tutti e lasciarli in mezzo alla strada se risentivo quel rumore ...
Ahahah....Silenzio e poi risate nel dire che scherzavo ... ma non troppo!!!!
Arrivati a Pienza, giusto il tempo di parcheggiare, e siamo già al centro di questo piccolo paese, che sembra una vera bomboniera: un borgo davvero particolare, curato, pulito, per nulla affollato.... praticamente per strada ci siamo solo noi!!!E ci facciamo pure sentire, visto che i giovanotti si rincorrono, leggendo divertiti i vari nomi delle vie come:
Via della Fortuna
Via dell'Amore
Via del Bacio
Via del Buia
Via Sant'Andrea
Via della Volpe
Via delle Case Nuove

E .....Via dicendo!!! (Ma quanto sono spiritoso!!!)
La nostra passeggiata, oltre che per visitare Pienza, è dedicata, soprattutto, alla ricerca di un locale per la cena e, dopo varie ricerche su tripadvisor, la scelta cade sulla trattoria "Buca delle fate".
Ci sistemiamo al tavolo , in una sala ben curata e davvero caratteristica, contornata da una serie di vini che le fanno quasi da cornice.Ordiniamo e, fra due chiacchiere, qualche bicchiere di buon vino e del cibo davvero buono, la serata trascorre in allegria, sempre contagiata da quei piccoli diavoletti, che tentiamo di calmare in ogni modo, minacciandoli anche che, se avessero continuato a fare confusione, li avrebbe attesi una prigione.
Mentre diciamo questo, il cameriere che ci ascolta, ci dice che la prigione c'è davvero :D.
Per nulla intimoriti, i ragazzi vanno a vederla (e trovano anche il modo di aprirla) e, quindi, la difficoltà successiva, è stata quella di dire loro che, in prigione, non dovevano andarci.Insomma, abbiamo creato un vero e proprio paradosso, dal quale non ne siamo più usciti :D.
Consumata la cena e saldato il conto, usciamo e facciamo un'altra piccola passeggiata per Pienza che lascera` in me un bel ricordo!
Torniamo alle macchine e ci mettiamo in viaggio verso l’albergo per la nottata.
La
nostra stanza è accogliente: c'e` un letto matrimoniale, due letti a castello, Tv, frigo e un bagno dotato di vasca idromassaggio.
Se volessi trovare una pecca direi che non è ben isolata
: il movimento dell’ascensore, anche se distante, si sentiva. Ma, da questo punto di vista, e non solo da questo, io non sono normale!!! Ho un udito super sviluppato e, in una vita precedente, credo di essere stato un cane!!! Dopo di che, si sono scordati di resettarmi l’udito :D.
Si spengono le luci e tutti a nanna … mmm tutti tutti? Top secret non posso raccontare altro :P.
Ci svegliamo di buon ora con l’amaro in bocca (o forse era l’oro del mattino) , per non poter usufruire del servizio spa e scendiamo per la colazione.
Devo ammettere che arrivati, troviamo una colazione per tutti i gusti, dal dolce al salato.
Non so se a voi capita la stessa cosa
: a casa, per quanto riguarda l'alimentazione, cerchi di stare attento,di mantenerti leggero,di controllarti, ma quando sei fuori......assolutamente no!!!!
Giuuu
`di cornetti, panini, marmellate, caffè, uova sode, affettati, the`, caffe`(che tra l'altro negli alberghi fa sempre schifo, ma lo bevi lo stesso), ammazza caffè etc etc.... Insomma, roba da dietologo.
A parte i gusti e le abitudini
, la colazione è stata un punto positivo dell’albergo.
Dopo aver fatto il “pieno” siamo partiti alla volta di Montepulciano
, ed è a questo punto, che tiro fuori una chicca per i ragazzi: due walkie talkie, uno per Luca ed uno per Gaia e Leonardo, con in quali comunicare tra le due macchine.
Si parte e
, non paghi delle chiacchiere di Luca del giorno prima, ce lo siamo “cibato” anche stavolta, ma, almeno, lo abbiamo condiviso con Claudia ed Andrea!!! :D
Tra chhsss
, chsss, perdite di segnale, parole e frasi disconnesse, arriviamo a Montepulciano e parcheggiamo all’inizio del paese.
Macchinetta
fotografica alla mano, siamo partiti per una …un’unica salita, in pratica, fino ad un nuovo villaggio di Babbo Natale.
Siii
`, perchè accontentarsi solo degli elfi di Montepulciano?Facciamoli tutti, no?
L’intento, almeno per me ed Andrea
, era quello di poterci accaparrare il famoso vino che caratterizza il turismo della zona.

Cominciamo con un bel caffè al bar.... per proseguire tra le vie del paese, anche queste davvero curate e ben tenute.
Inutile dire che bottiglie e confezioni di vino erano presenti ovunque e da buoni ricercatori di mercato non ci siamo affidati alle prime trovate.
Dopo aver visitato qualche negozio, ma appena appena qualcuno, siamo arrivati, sempre salendo, salendo, salendo ad un piazza dove indovinate cosa c’era?
Altre bancarelle, ma questa volta con prodotti tipici alimentari. In uno di questi stand abbiamo preso il nostro pranzo:

Ci siamo accomodati su una panchina e consumato il nostro “rancio”, mentre già pensavamo di fare il bis!!!
Abbiamo proseguito
, poi, verso il Villaggio di Babbo Natale, passando prima per un museo delle torture:

 

e, visto che nessuno di noi era cosi` entusiasta di vedere cose macabre e che, inoltre, era a pagamento, ci siamo diretti di nuovo al villaggio.
Una volta arrivati li
`, e visto che anche questo era a pagamento (e che cavolo!!!), e vista la nostra precedente avventura in fatto di villaggi e di elfi, ci siamo limitati a visitare il parco esterno:


ed una mostra di autori del luogo:


Il ritorno al parcheggio è stato di gran lunga più semplice, visto che, questa volta, la strada era tutta in discesa (eistono + salite o + discese??? Pensateci bene, mi raccomando!!!).
Di nuovo tutti in macchina
, con i nostri vini appena comprati, per tornare a casa!!!
La vacanza
, quando si è in buona compagnia, anche se i posti non rispecchiano le aspettative, è sempre diverte e il gusto dell’avventura lascia sempre contenti dei ricordi vissuti!!!

 

 

visualizza tutte le foto



                                             

 

Letto 4916 volte Ultima modifica il Martedì, 26 Luglio 2016 08:12

Video

Chianciano e il telefono vola!!!! Andrea Marini

322 commenti

Lascia un commento

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.